La Pasqua per una nuova Resurrezione a cura del Presidente A.I.A.P. di Canosa di Puglia

diorama_della_resurrezione
Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

La vita che viviamo ogni giorno, è piena di questi segreti derivanti dalla Risurrezione. Infatti, sul piano storico troviamo io Testimoni  oculari dell’Evento, i quali, per aver detto quello che avevano visto coi loro occhi e udito con le loro orecchie, hanno dato la vita come suprema testimonianza: si tratta di Pietro, Giovanni, Matteo, Maria di Magdala, le Pie Donne……….Tutti testimoniano non per aver sentito dire, ma per aver fatto esperienza diretta di Lui, prima e dopo il Calvario……

Dal momento  della Risurrezione di Cristo, è cambiato il conteggio della storia del mondo: la storia parla del “Prima e Dopo Cristo”….. Sul piano dell’arte il mondo si è riempito di monumenti di una celebrità unica: pensiamo soltanto alle Basiliche che ornano le grandi capitali  del mondo, e altri Monumenti di paesi e Stati…….

Sul piano musicale e artistico, i vari momenti della vita di Gesù, costituiscono un altissimo patrimonio musicale, di fronte al quale il mondo di ogni condizione, rimane estasiato……La nostra fede deve saper trovare tutti gli argomenti validi che la storia ci propone per fortificarsi spiritualmente e trasformarsi gioiosamente in testimonianza…

Celebrare la Pasqua da Cristiano è un evento che rimette in circolazione tutti i valore dell’uomo e della storia. E a questo appuntamento ci si arriva, solo se siamo interiormente puliti. La Confessione pasquale fa parte di questo necessario cammino morale. Ed è bello ricordare che il mondo contadino ha in questo campo una spiccata sensibilità spirituale, che non deve smarrire: sarebbe un terribile impoverimento che segnerebbe negativamente tutta la vita. La Pasqua inaugura il momento di un risveglio religioso che coinvolga tutta la vita. Ogni settore dell’uomo e del credente deve avvertire questo desiderio di rinascita che faccia di noi dei cristiani adulti, al Signore non si và soltanto per chiedere grazie, ma bensì per adorarLo, per ringraziarLo, per domandarGli perdono dei nostri peccati, usando quel galateo spirituale, che l’incontro con un simile Personaggio comporta.

Il mondo che ha ricevuto dai suoi Padri un formidabile patrimonio di valori, di cui sono silenziosi ma eloquenti testimoni, che nel nostro patrimonio non solo dobbiamo essere fieri, ma anche custodi attenti e responsabili, soprattutto in un questo periodo ,ma  che dobbiamo potenziando però l’impegno e la testimonianza della nostra fede, che fa di Gesù l’unico Salvatore degli uomini.

Se a Pasqua pretendiamo l’abito nuovo, per essere in sintonia col messaggio della Festa, tanto più dobbiamo cercare quella novità di vita, che ci vesta dei nuovi connotati del Vangelo, memori che, se venissero a mancare, non di celebrazione dovremmo parlare ma di profanazione……

Coraggio, quindi: nell’augurate a tutti  gli Amici del Presepio dell’Associazione Italiana Amici del Presepio, oltre agli amici del Sito Web CANOSAPRESEPI.IT, un augurio di BUONA PASQUA, domandiamo al Signore l’impegno di camminare da Risorti !

Il Presidente A.I.A.P. di CANOSA DI PUGLIA
Orazio LOVINO