La Natività - Canosa Presepi

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Natività

IL PRESEPIO
manifesto mostra
 

La Natività

Circa due settimane prima della festa della Natività, il Beato Francesco chiamò a sé Giovanni e disse: “Prepara quanto ti dico: vorrei rappresentare il Bambino nato a Betlemme, e in qualche modo vedere con gli occhi i disagi in cui si è trovato per la mancanza delle cose necessarie a un neonato, come fu adagiato sul fieno tra il bue e l’asinello”.

Sono gli evangelisti Matteo e Luca i primi a descrivere la Natività.
Nei loro brani c’è gia tutta la sacra rappresentazione che a partire dal medioevo prenderà il nome latino di praesepium ovvero recinto chiuso, mangiatoia.
Si narra infatti della umile nascita di Gesù, come riporta Luca, “ in una mangiatoia perché non c’era per essi posto nell’albergo “ (Ev., 2,7); dell’annunzio dato ai pastori; dei magi venuti da oriente seguendo la stella per adorare il Bambino che i prodigi del cielo annunciano già re.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu